Conoscere il mondo dei profumi

L’olfatto è il senso primordiale che accede direttamente alle emozioni, nulla più di questo senso ha il potere di risvegliare ricordi e far sorgere potenti o sottili emozioni.

Il profumo non è un bene voluttuario, è invece l’alimento essenziale per la fame che il nostro naso ha di scoprire dimensioni invisibili agli altri sensi, e di farci sognare in innumerevoli modi.

Guardarsi intorno e vedere tante profumerie è l’evidenza di questo fatto, sono tanti quelli che amano i profumi, ma sono pochi gli intenditori privilegiati che sanno approfittare del magico potere onyrico del profumo…

I profumi magici sono quelli della Profumeria Artistica, creati da artisti, visionari, narratori che raccontano storie attraverso gli ingredienti di un profumo. Questo è quello che li rende differenti dalla Profumeria Commerciale, che realizza prodotti sulla traccia di ricerche di mercato o mode del momento.

La profumeria artistica ti racconta sempre una storia affascinante, la profumeria commerciale invece insegue gli umori del grande pubblico. E’ sufficiente visitare un punto vendita di una delle tante catene commerciali di profumerie per accorgersene: quello che vendono è la moda del momento, lanciata da uno stilista – quasi sempre posseduto da una grande multinazionale.

Il profumo d’arte lo si può trovare solo in profumerie indipendenti, e neppure tutte, e la scoperta viene guidata da personale competente e appassionato, in grado di raccontare la storia che ogni profumo ha da raccontare. E’ un’esperienza indimenticabile, come solo un’opera d’arte è in grado di far vivere.

Onyrico significa “il mondo dei sogni”, e il sogno che potrai scoprire è il nostro tributo alla grande bellezza dell’Arte e della storia di personaggi italiani, unici e noti in tutto il mondo.

Le famiglie olfattive


Gli ingredienti che compongono le fragranze sviluppano un tema attorno al quale queste ultime crescono e si sviluppano. Ad oggi le principali famiglie olfattive sono:

ESPERIDATA

Queste fragranze sono contraddistinte prevalentemente da note agrumate quali ad esempio bergamotto, limone, arancia, mandarino ecc…. Gli oli essenziali si ottengono per spremitura o espressione delle scorze degli agrumi.

FLOREALE

Fragranze che possono essere composte da un bouquet di vari fiori selezionati o da un’unica nota fiorita (in questo caso la nota si dice “Soliflore”).

LEGNOSA

La nota dominante è per l’appunto quella legnosa, come il legno di cedro, di sandalo o l’Oud. Tipico è il patchouli contraddistinto dal profumo canforoso.

ORIENTALE – AMBRATA

Sotto questa famiglia sono raggruppati profumi dolci , avvolgenti e persistenti identificati da note di vanigliate, talcate, cisto labdano e note animali molto marcate.

CHYPRE

La famiglia olfattiva prende il nome dal profumo Chypre, di François Coty. Il successo del profumo lo rese il capostipite di questa famiglia olfattiva che raggruppa le fragranze basate principalmente su accordi di muschio di quercia, cisto-labdano, patchouli e bergamotto.

FOUGERE

Termine francese per “felce”, utilizzato per richiamare un immaginario accordo olfattivo, non rintracciabile in natura. Profumo di bosco, caratterizzato dall’utilizzo di lavanda, legni preziosi, muschio, cumarine, bergamotto e geranio.

CUOIO

Famiglia olfattiva caratterizzata da note secche e accordi che ricreano l’odore della pelle conciata, solitamente accompagnate da note agrumate o floreali.

AROMATICA

Appartengono a questa famiglia fragranze realizzate prevalentemente con note aromatiche quali salvia, rosmarino, lavanda, timo e altre piante aromatiche proprie del Mediterraneo che donano freschezza e vivacità alle composizioni.

GOURMAND

I profumi gourmand sono caratterizzati da ingredienti derivati da alimenti ritenuti “golosi” quali vaniglia, cacao, caramello, cocco, liquirizia, nocciola e latte.

SPEZIATA

I profumi della famiglia speziata vengono realizzati con spezie essiccate tra cui cannella, chiodi di garofano, maggiorana, pepe, zenzero, cardamomo. Le note speziate conferiscono calore ai profumi.

OZONICO-MARINA

accordi estremamente leggeri, che rimandano ad accenti trasparenti come ozono, aria e acqua, in grado di esprimere leggerezza e freschezza.

Ogni famiglia comprende delle sotto-famiglie o sfaccettature che possono essere combinate tra loro per creare composizioni sempre nuove.

 

 

Classificazione dei profumi

A seconda della concentrazione dei componenti in essi contenuti, i profumi vengono suddivisi nelle seguenti categorie:

  • Eau de Solide EdS, a bassa quantità di oli eterici (fino a 1 %), chiamati anche eau fraîche;
  • Eau de Cologne EdC – 3-5%;
  • Eau de Toilette EdT – 6-9%;
  • Eau de Parfum EdP – 10-14%;
  • Parfum – 15-25%;

Extrait de Parfum – 26-50% – i limiti più alti sono difficili da spruzzare.